banner left 180x360 compra fifa 17

cover fifa 15 higuain

Scheda Fifa 15

Uscita: 25 Settembre 2014
Tipologia:
Sportivo
Piattaforme:
ps3, x360, pc, 3ds, psvita, wii, psp, xone, ps4
Sviluppato:
EA Canada
Pubblicato: Electronic Arts
Distribuito: Electronic Arts
PEGI: 3

I 10 personaggi con cui giochi a Fifa

news aguero corpo notizia fifa 15Il calcio giocato è bello, ma quello videogiocato con gli amici è qualcosa di speciale. E tutti noi abbiamo, in fondo, gli stessi amici, che ci fanno divertire, imprecare, litigare. FIFA o PES che sia, il mondo è pieno di amicizie distrutte a colpi di joypad, di gol all’ultimo secondo e infimi trucchetti e sotterfugi fatti pur di superare il nostro avversario. Ma, in amore e alla Playstation (o alla Xbox), tutto è lecito.

Ecco dunque a voi i 10 amici con cui giocate a FIFA.

1. L’integralista

Per molti di noi la distinzione tra un videogame e l’altro è relativa. Basta avere due controller, una console, e qualche amico con cui spaccare tibie e ingiuriare il cielo seppur in maniera virtuale. Per molti, ma non per l’integralista. Dell’eterna sfida tra Fifa e PES l’integralista ne ha fatto una ragione di vita, una questione di vita o di morte. Potete costringerlo a cambiare religione o a vendere la mamma, ma se lui gioca a Fifa, non si piegherà mai a giocare anche una sola partita a PES. Nemmeno sotto tortura. Ah, vale anche per Playstation/Xbox, quindi se ne conoscete uno fatevi il segno della croce.

2. Il perfezionista

Il perfezionista prende maledettamente sul serio la sua missione. Giocare una partita con un soggetto del genere può trasformarsi ben presto in una tortura. Prima di 10-15 minuti la partita non inizia, perchè bisogna sistemare prima il modulo, scegliere gli uomini in base alle caratteristiche tecniche, fare un breve scouting report dell’avversario, e, infine, scegliere la combinazione cromatica migliore, lo stadio, il pallone, e anche l’arbitro, perchè quello casuale ha una media di 3,87 cartellini gialli a partita. L’inferno continua, ovviamente, anche durante il match, quando il perfezionista ha bisogno di mettere in pausa il gioco ogni 2 minuti per sistemare i suoi piccoli accorgimenti tattici. Di solito o prende gli schiaffi (veri) oppure vince prendendo il suo avversario per stanchezza.

3. L’incapace

Il torneo organizzato tra amici non ha avuto la riuscita sperata, e siete stati costretti a raccattare per strada lui, che un controller in mano non l’ha mai preso, però giura di aver giocato, un paio di volte, a FIFA ’98 sul suo Pentium 3, e che si ricorda tutto, e che tutto sommato è solo questione di abitudine e di allenamento. I primi 30 minuti sono dedicati a un veloce tutorial sull’utilizzo dei tasti, che puntualmente, a partita in corso, con l’uomo in area, si rivelerà del tutto inutile, quando il vostro amico incapace inizierà a urlare “COMESITIRACOMESITIRA” finendo ovviamente per premere il tasto del passaggio per un facile appoggio al portiere. Se siete particolarmente invisi agli astri celesti, vi capiterà anche di perdere contro soggetti del genere.

4. Quello del tiki taka

Soggetto particolarmente irritante. Prende, solitamente, una squadra abbastanza forte, e inizia a premere combinazioni di tasti a voi sconosciute, macinando un gioco convulso e schizofrenico, muovendo e roteando occhi e arti insieme alla palla. Il suo gioco è arzigogolato, imposta manovre incomprensibili, macina passaggi a ritmo infernale, si sovrappone, fa cose che non credevate possibili. Vi fa saltare i nervi e vi costringe all’utilizzo della violenza bruta, nella vita reale o nel gioco poco importa. O vince 6-0 umiliandovi e facendovi venire voglia di andare a giocare a GTA per sfogare la rabbia oppure perde 1-0 in contropiede dopo aver perso palla sull’ennesimo tentativo di rabona con Lanzafame.

5. Lo smadonnatore

Il calcio fa perdere molto spesso la pazienza, figuratevi i videogiochi di calcio. In un universo in cui gli imprevisti e la sfortuna sono sempre dietro l’angolo, tirare un numero imprecisato di Madonne durante una partita a Fifa è molto semplice, soprattutto se siete già predisposti all’ingiuria per vostra indole. Lo smadonnatore, durante una sua partita, fa tremare i muri di casa e preoccupare chi non lo conosce. Ogni passaggio sbagliato vale una bestemmia, ogni gol preso un controller tirato nel muro. E, se perde con un gol dubbio all’ultimo secondo di gioco, potete già allertare la protezione civile.

6. Il simpatico

Questo ragazzo è piacevole se preso a piccole dosi. Il simpatico propone spesso la partita creativa, urlando con entusiasmo: “Facciamo un Pohang Steelers-Al-Shabab!” In campo poi il simpatico ha un solo obiettivo: scatenare un gran numero di risate con i suoi numeri o con i suoi commenti. Prende il portiere e arriva fino al cerchio del centrocampo, prova a tirare dalla sua metà campo, fa lanci di 100 metri solo per l’ebbrezza di sfondare il controller, a metà partita mette un terzino in porta e regala un rigore all’avversario solo perchè vuole provare a pararlo. Dopo un’ora che si va avanti così, il simpatico diventa scassaminchia e viene allontanato a calci in culo dal luogo della contesa, perchè Fifa è una cosa maledettamente seria.

7. Il fortunello

Variante dell’incapace con qualche ora di gioco in più alle spalle. E’ un giocatore mediamente abile che però non eccelle in niente. Anzi si, in qualcosa eccelle: ha più culo che anima. Vince tutti i rimpalli, se tira da 30 metri con Maksimovic indovina il tiro della domenica che si insacca all’incrocio, riesce a far infortunare Leo Messi dopo 20 secondi di gioco, se per caso gli fai gol l’arbitro inspiegabilmente annulla. Insomma, il fortunello trova sempre un modo per vincere una partita nel modo più becero possibile. Una delle cose più divertenti cui un uomo possa assistere è la sfida tra un fortunello e uno smadonnatore. Si può scrivere la storia.

8. Il catenacciaro

Quando uno nella vita ha una filosofia, la deve seguire ovunque. Anche a Fifa. Il catenacciaro è un fan incallito dello Stoke City di Tony Pulis, in casa ha un poster a grandezza naturale di Giovanni Trapattoni e alla voce orientamento religioso ha scritto “Cholismo”. Il catenacciaro imposta un luridissimo 5-4-1, abbandona una prima punta a sgomitare e fare il lavoro duro, e aspetta pazientemente tutta la partita. L’avversario solitamente si innervosisce, e, logorato da 80 minuti di assedio infruttuoso, nel finale non ha più energie da buttare in campo. Ed è proprio allora che il catenacciaro recupera palla, lancia lungo, becca quell’unico povero cristo rimasto da solo per tutta la partita là davanti e fa, buono buono, il gol dell’uno a zero.

9. Il complottista

Uno dei soggetti con cui è più difficile rapportarsi. Il complottista crede che l’universo, la sfiga, Dio, EA sports e Konami ce l’abbiano con lui, e ogni cosa che accade sia frutto di un disegno divino architettato da un’entità superiore per fargli passare una vita di inferno. Il complottista vede in ogni fischio arbitrale avverso un segno di evidente malafede, in ogni pallone lanciato nel nulla dai suoi giocatori la prova manifesta che la partita è truccata. Il meglio di sé il complottista lo riesce a dare quando gioca contro l’intelligenza artificiale, che, nella sua mente malata, incarna il Demiurgo del male.

10. Il "delinquente"

E poi c’è il "delinquente", quello che nemmeno con un controller in mano riesce a fare a meno di sfogare sul campo i suoi istinti peggiori. Il delinquente rade al suolo qualsiasi cosa passi dalle sue parti. Ignora l’utilizzo del tasto per il contrasto semplice: per lui l’unico intervento ammissibile è quello in scivolata. Terminare una partita in 11 per lui è una macchia indelebile sulla sua reputazione, e per questo fa di tutto per racimolare quanti più cartellini possibili. Il delinquente deve ancora riprendersi dal trauma dell’eliminazione del fallo terminale che, ai tempi belli, al computer, si poteva fare andando nei pressi del portiere avversario e premendo con tutta la rabbia del mondo il tasto Q.

Fonte: delinquentidelpallone.it

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

 
© Copyright 2014/2016 - FifaUltimateTeam.it è On-Line dal 16/03/2014 e non è un sito gestito da Electronic Arts.
Dove non indicato, immagini e loghi sono copyright dei legittimi proprietari. Ogni opinione espressa sul sito tramite i commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.
I cookie ci consentono di fornire i nostri servizi e di fornire un'esperienza personalizzata. Usando questo sito Web, l'utente acconsente all'uso dei cookie.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

 La tua pubblicità su FifaUltimateTeam.it - Contatta la Redazione

Login - Registrati ..